Il “tiro” il bambino è uno, e mia madre dice che faccio male “

Ho divorziato, mio ​​figlio ha 11 anni. Divorziato quando non aveva nemmeno due anni, da allora ho tirato tutto su di me. Vivo con i genitori. Lavoro, i soldi sono buoni, ma tutto va a una famiglia comune. E la mamma rimprovera tutto il tempo che sono una cattiva madre e non la aiuta, ma dovrei.

Ho avuto una relazione per cinque anni, ma non mi hanno portato nulla di buono, è peggiorato. Non mi piaccio, il mio aspetto … Non riesco proprio a mettermi insieme. Io non so cosa fare. Anche ho iniziato a bere di recente e tutto questo mi spaventa.

Natalya, tirare tutta la famiglia su te stesso e ascoltare l’accusa di mia madre non è davvero facile. Probabilmente ci sono molti sentimenti: dolore, risentimento e aggressività. Probabilmente è pericoloso mostrarli: potrebbe sorgere conflitti, e questo è spiacevole. Quindi devi tenere molto in te stesso. Solo da questi sentimenti restrittivi non smettono di esistere. Sono semplicemente soppressi e possono trasformarsi in aggressività su se stessi: “Non mi piace me, il mio aspetto”.

“Prenditi insieme” riguarda anche la tenuta e lo stress interno, che l’alcol aiuta a rimuovere. All’inizio, può davvero portare un sollievo immaginario, l’opportunità di allontanarsi dai problemi. Ma nel tempo, il rischio di crescente dipendenza può solo aggravare la situazione, portare a stati depressivi ciclmente che si sono verificati, esplosioni di aggressività, spostamento dell’equilibrio biochimico nel corpo.

La paura e l’ansia per il consumo di alcol sono abbastanza giustificate, ti avvertono e proteggono in questo caso dal pericolo di un consumo eccessivo.

Ora la domanda è: se è difficile tirare la famiglia comune e ascoltare le critiche della madre, perché lo stai facendo? Cosa ti impedisce di vivere separatamente nonostante il fatto che tu faccia buoni soldi? Scrivi che “il denaro va a una famiglia comune”. E potrebbero andare ai tuoi bisogni personali, a ciò che la risorsa può darti, per portare piacere.

La mamma dice che devi aiutare, essere una brava madre

Questo mito è simile al fatto che i capelli creino dall’auto-soddisfazione sui palmi. Come, i muscoli iniziano a lavorare peggio. Potrebbe essere doloroso se non allegare l’importanza a ciò che fai, o fai ciò che è sgradevole. hai gia 18 anni io solo 36 caratteristiche delle la maggioranza assoluta di persone che erano impegnate in anale per la prima volta, non si sono fatti del male.

e molto altro. E cosa ne pensi? Cosa devi e a chi? Quanto sei pronto ad aiutare e in quale forma, tenendo conto di se stessi e dei loro interessi?

Naturalmente, l’argomento dei confini, la responsabilità, l’obbligo suona chiaramente qui. Uno dei primi passi efficaci sulla strada per se stesso potrebbe essere una consultazione di uno psicologo, che lavora con la possibilità di dare una possibilità di un aspetto ampliato, maggiore stabilità e fiducia nelle loro elezioni.

Add a Comment

Your email address will not be published.